Passa ai contenuti principali

Post

In primo piano

Maxi appalto ad Astaldi per la stazione dei droni NATO di Sigonella

La Sicilia non sarà solo la capitale mondiale dei droni USA. Nei prossimi mesi entrerà in funzione nella grande stazione aeronavale di Sigonella anche il nuovo sistema di “sorveglianza terreste” dell’Alleanza Atlantica, l’AGS (Alliance Ground Surveillance), basato su cinque droni-spia RQ-4B Global Hawk prodotti dalla holding statunitense Northrop Grumman. A fine maggio, la NATO ha firmato un contratto per il valore di 60 milioni di euro con il colosso delle costruzioni Astaldi S.p.A. di Roma per la progettazione e l’esecuzione dei lavori di ampliamento nella base siciliana dell’area per le operazioni a terra (OPS Area) e di quella per le operazioni aeree (Flight Area) dei velivoli senza pilota impiegati con il sistema di sorveglianza AGS. Nello specifico, il progetto prevede la realizzazione di 14 edifici per una superficie complessiva di circa 26.700 metri quadrati, da adibire ad uffici per uso militare e di “rimessaggio-attrezzaggio degli aeromobili, con specifica impiantistica radio…

Ultimi post

Messina, l’Operazione antimafia Beta e la ferrea legge del cemento

Quel procedimento disciplinare contro l'insegnante-obiettore del tutto infondato...

La lunga notte delle Scuole Armate italiane

Barcellona PG e quelle relazioni familiari all’ombra del Ponte…

Come trasformare una villa per bambini in poligono paramilitare

Quando i bambini di Guidonia “adottano” il sorriso dei soldati…

Gli artigli della Marina sull’Università di Messina

Germania. Il No degli insegnanti al matrimonio scuole - forze armate