Passa ai contenuti principali

Post

In primo piano

“Che ci importa di Regeni”: missili italo-francesi, altri affari d’oro con L’Egitto

  Ancora un oltraggio alla memoria del ricercatore Giulio Regeni, massacrato cinque anni fa dal regime di Abdel Fattah al-Sisi. Dopo l’arrivo in Egitto - il 30 dicembre 2020 - della prima delle due fregate FREMM vendute da Fincantieri S.p.A., il 6 gennaio 2021 è stata consegnata alla Marina da guerra egiziana una corvetta multi-missione con a bordo missili, cannoni e siluri prodotti da aziende controllate da Leonardo-Finmeccanica, altra holding del complesso militare-industriale controllata in parte dallo Stato italiano. La corvetta della classe “Gowind 2500” e denominata ENS Port Said è stata realizzata ad Alessandria d’Egitto dai cantieri navali dell’ Alexandria Shipyard Company, società controllata dal Ministero della difesa egiziano, in cooperazione con il gruppo industriale francese Naval Group. A presenziare alla cerimonia di consegna dell’unità il giorno dell’Epifania, il comandante in capo della Marina militare, viceammiraglio Ahmed Khaled Hassan. Sono stati invece progett

Ultimi post

Boicottare le armi di Israele. Una potente industria bellica

In Italia un polo militare-civile per lo sviluppo dei vaccini. Modello Israele

Sigonella, al via i lavori per la nuova megastazione di telecomunicazioni delle forze armate USA

La NATO e i nuovi gioielli di morte della base di Sigonella

Leonardo-Finmeccanica con Israele per produrre software e componenti dei carri armati USA

L’oscena caccia-triangolazione tra Italia, Grecia e Israele

Un centinaio di blindati da guerra, il “regalo” miliardario di fine d’anno del governo Conte agli italiani

ENI rafforza presenza negli Emirati Arabi Uniti con nuove acquisizioni offshore