Passa ai contenuti principali

Post

In primo piano

Incurante della politica della dittatura di Erdogan, Roma fa affari con la Turchia

Tra ipocriti distinguo e qualche boccone amaro, il governo Conte punta a rafforzare le relazioni politico-militari con la Grande Turchia del sultano Erdogan, in guerra ormai in mezzo mondo.Fuori dai riflettori dei network di comunicazione di massa, il 9 ottobre il ministro della Difesa Lorenzo Guerini ha incontrato a Roma l’omologo turco Hulusi Akar. “Un lungo e cordiale colloquio privato ha preceduto la bilaterale tra i due Ministri su diversi dossier tra i quali la Libia e il rafforzamento delle relazioni in ambito Difesa”, riporta l’ufficio stampa del Ministero. “Dialogo costruttivo e franco, sicuramente positivo per confermare lo stato delle eccellenti relazioni tra i nostri paesi”, ha aggiunto Lorenzo Guerini. “La Turchia è un partner importante dell’Italia e un prezioso Alleato NATO e nel corso della conversazione abbiamo constatato punti di condivisione negli scenari, Iraq e Afghanistan, che ci vedono congiuntamente impegnati”.Al centro del vertice tra i due ministri anche la c…

Ultimi post

Assumere più personale sanitario? No, meglio le forze armate contro il Covid-19

A Messina sindaco e prefetto inviano l’Esercito nelle scuole elementari e medie con il plauso dei presidi

Caccia italiani di Leonardo-Finmeccanica per l’infinita guerra in Nagorno-Karabach

Colomba d’oro per la pace ad Antonio Mazzeo. Un premio al giornalismo militante

Esercitazioni congiunte Qatar-Italia in Puglia. Rafforzata la partnership militare

Cannoni italiani per le nuove corvette d’Israele

Droni prodotti in Israele per le operazioni di sorveglianza del gruppo ENEL

Schierate in Sicilia le forze dell’ordine contro gli assembramenti di studenti

Estate 2020, quando l’Italia scatenò la caccia all’“untore nero”